top of page

Il Ruolo Fondamentale degli Octane o Gasoline Booster nell'Ottimizzazione della Combustione

Aggiornamento: 17 apr

Benvenuti nella seconda parte dell'articolo relativo agli additivi benzina.

Se non avete letto la prima parte potete recuperarla qui.


Fra gli additivi benzina, quello più diffuso e con maggiore utilità è l’octane booster o meglio, gasoline booster.

Il gasoline booster gioca un ruolo cruciale nell'ottimizzazione delle prestazioni dei motori a combustione interna. La funzione principale è quella di migliorare il numero di ottani della benzina, determinando così un maggiore controllo sull'esplosione della miscela di aria e carburante all'interno della camera di combustione.


Combustione del motore

Contrariamente alla credenza popolare, è importante distinguere tra i "gasoline booster" ed i "diesel booster", poiché i due hanno funzioni diametralmente opposte.

Il gasoline booster è progettato per evitare l'accensione precoce e incontrollata all'interno della camera di combustione, causata da punti a temperatura non omogenea nel volume della camera di scoppio. Un avanzamento graduale del fronte di fiamma consente di bruciare uniformemente la miscela aria-carburante, ottimizzando l'efficienza del motore. Questa combustione controllata è fondamentale per garantire prestazioni ottimali e ridurre il rischio di incombusti che possano compromettere il condotto di scarico e danneggiare il catalizzatore. Tutto questo si traduce anche in un risparmio di carburante.


La variabilità della composizione della miscela è una delle principali sfide affrontate dagli automobilisti, con benzine che possono variare notevolmente in termini di ottani. Test sul campo hanno dimostrato differenze significative tra benzine con 88 ottani e quelle con 98 ottani, influenzando direttamente il comportamento del fronte di fiamma. L'utilizzo di octane booster o gasoline booster può compensare queste disomogeneità, garantendo una combustione uniforme indipendentemente dalla qualità della benzina.


Per questi e tanti altri approfondimenti, seguici sui Facebook e Linkedin ed iscriviti al sito cliccando qui sotto.





Comments


bottom of page